Champions League 1999-2000

Champions League 1999-2000
Calcio

Champions League 1999-2000

L’edizione dell’UEFA Champions League 1999-2000 ha visto l’affermazione per l’ottava volta del Real Madrid in finale contro il Valencia. Si è trattato un torneo molto combattuto e che ha visto l’introduzione di una nuova formula della competizione.

In particolare, l’UEFA ha modificato i criteri di ammissione alla Champions League permettendo alle prime sei Federazioni europee del tempo di partecipare oltre che con le prime due squadre dei campionati nazionali anche con la terza classificata, ammessa al terzo turno preliminare.

Alle migliori federazioni fu permessa persino l’iscrizione di una quarta società mentre fu garantito anche alle Federazioni fino al quindicesimo posto nella graduatoria continentale di poter iscrivere una seconda squadra ai preliminari. Dato che nel frattempo l’UEFA aveva anche abolito la Coppa delle Coppe, la Champions League diventava nell’edizione 99-00 la competizione di gran lunga più attesa da tutti gli appassionati di quote e pronostici.

Per l’occasione l’UEFA decise anche che dopo la disputa dei primi tre turni preliminari, le squadre perdenti avrebbero guadagnato l’accesso diretto alla Coppa UEFA. Il torneo venne allargato a 32 squadre suddivise in 8 gironi con le prime due di ogni girone ammesse alla seconda fase, 4 gruppi da 4 squadre ciascuno. Le terze classificate, invece, ottenevano la qualificazione ai sedicesimi di finale della Coppa UEFA a eliminazione diretta.

Le prime due squadre qualificate in ogni girone ottennero l’accesso diretto ai quarti di finale a eliminazione diretta con scontri di andata e ritorno.
La Champions League 1999-2000 vide qualificarsi ai quarti di finale della fase a eliminazione diretta Real Madrid, Manchester United, Porto, Bayern Monaco, Valencia, Lazio, Chelsea e Barcellona. Nelle semifinali Real Madrid-Bayern Monaco e Valencia-Barcellona furono i valenciani e i madrileni a ottenere la qualificazione per la finalissima di Parigi.

Il calendario partite portò alla finale dello Stade de France del 24 maggio 2000 fu il Real Madrid di Del Bosque a conquistare l’ottava Champions League della sua storia imponendosi per 3-0 sul Valencia di Hector Cùper grazie alle reti realizzate da Morientes, McManaman e Raùl.

ADV

Trovaci su Facebook - Bettix

Ultime News