I punti e le combinazioni nel poker Texas Hold'Em

I punti del Texas Hold'Em

Punti Texas Hold'Em
Poker

I punti del Texas Hold'Em

Nelle fasi di gioco del poker alla “texana” o Texas Hold’Em è importante conoscere i punti e la loro scala di valore. Quando si va a “vedere” l’avversario, cioè si decide di giocare una mano fino in fondo, bisogna mostrare il proprio punto in modo da capire qual è quello vincente.

Esistono svariate strategie di gioco all’interno del Texas Hold’Em, tutte finalizzate alla vittoria attraverso punti elevati. Il gioco offre anche la possibilità di operare dei veri e propri “bluff” che consistono nel far credere agli avversari di possedere determinate carte in modo da condizionarli nella loro giocata.

I punti del Texas Hold’Em sono i seguenti:

carta alta: nel caso non vi sia nessuna combinazione ottenuta dai giocatori con le 2 carte che possiedono e le carte girate in tavola, la mano vincente sarà quella con la carta di valore più alto, con l’asso come carta vincente su tutte;

coppia: punto consistente in 2 carte dello stesso valore come ad esempio 10-10 o K-K. Chiaramente, in caso di 2 o più coppie girate dai giocatori, prevarrà quella della carta più alta;

doppia coppia: si tratta di combinare le proprie carte con quelle in tavola in modo da ottenere 2 coppie come ad esempio coppia di J e di 6. Anche in questo caso, qualora dovesse esserci un confronto tra 2 doppie coppie, vincerà la mano chi possiederà la coppia più alta;

tris: Si tratta di 3 carte dello stesso valore come K-K-K;

scala: per ottenere una scala bisogna avere cinque carte in sequenza numerica non dello stesso seme (es. 9-10-J-Q-K). 2 scale che si scontrano nella stessa mano vedranno vincere il giocatore che possiede la scala più alta;

colore: uno dei punti più alti che consiste in 5 carte non in sequenza numerica, ma tutte dello stesso seme (es. 5 carte di cuori);

full: si tratta di un punto composto dalla somma di un tris e di una coppia (es. K-K-K e 6-6). Anche in questo caso, tra 2 full nella stessa mano prevarrà quello più alto, ossia quello con il tris più alto;

poker: per concretizzare un poker bisogna disporre di 4 carte dello stesso valore (es. J-J-J-J);

scala colore: è una scala composta da 5 carte in sequenza, ma tutte dello stesso seme (es. 5-6-7-8-9 di cuori). Nella scala occorre anche ricordare che solo l’asso può fungere sia da prima che da ultima carta ed essere collocato prima del 2 e dopo il K;

scala reale: una scala necessariamente composta da asso, re, donna, jack e dieci tutti dello stesso seme.
E’ importante ricordare che nel gioco del Poker non esiste alcuna differenza di valore tra un seme e l’altro, di conseguenza un asso di fiori avrà lo stesso esatto valore di un asso di picche.

Nel caso in cui 2 giocatori dovessero finire con lo stesso punteggio, bisognerà scegliere tra le 7 carte disponibili per ogni giocatore le 5 migliori, realizzando così la miglior combinazione possibile. Dal confronto tra le 5 carte di ciascun giocatore si deciderà la mano vincente. In caso di ulteriore parità il piatto verrà diviso, in gergo “splittato”.

ADV

Trovaci su Facebook - Bettix

Ultime News